mercoledì 16 luglio 2014

# 59

Mesi di alti e bassi, oscillazioni, marea che sciaborda sulla spiaggia in balia della luna.

Sono andata dalla psichiatra, finalmente. E ha confermato i miei timori.

Sindrome bipolare e disturbo dell'ansia. Mi sembra di essermi tolta un peso, sapere che non è tutto frutto della mia mente ma ho davvero qualcosa che mi rende la vita impossibile.

Ora sono in cura, e niente tutto qui.
Magari tornerò ad essere più partecipe, produttiva e tranquilla.
Baci,
Moony

domenica 11 maggio 2014

# 58

Ti ho dato tutta me stessa. Ti ho regalato il mio cuore, i miei giorni, i miei pensieri, il mio corpo.
Ti ho donato quello che avevo senza remore, perché mi fidavo di te.
E mi hai pugnalata. Infinite volte. Prima al corpo, con ferite non mortali.
Tagli sanguinanti che si sono rimarginati presto, lasciando le loro cicatrici.
Poi mi hai pugnalata dritta al cuore.
Tre volte.
Tre enormi squarci che ho tentato con tutta me stessa di rimarginare, ma non ce la faccio, non posso.
Continuano a sanguinare, a portarmi via ogni briciolo di forza.
Il mio amore si è prosciugato.
Sono diventata arida, il cuore di sabbia si è sgretolato.
Pensavo non potesse farmi male, avendo già l'anima infranta.
Forse questo è il dolore che si prova quando si è ricostruito pian piano qualcosa, custodendola come un tesoro prezioso, e la si vede nuovamente spezzarsi in due.

Ed ora mi sento completamente, irrimediabilmente  vuota.
Non ci sei più dentro di me, anche l'ultima goccia è scivolata via.

giovedì 8 maggio 2014

# 57


In questo istante sono nei sotterranei del dipartimento. C'è l'aula studio più grande dell'intera struttura qui e, sebbene fuori ci sia un sole quasi molesto, è un ambiente fresco, quasi freddo.

Ho deciso di uscire di casa e mettermi a studiare seriamente: rimanendo tra le mura domestiche, divagavo sin troppo con la scusa del cucinare, riordinare e tutto quello che poteva costituire una distrazione più piacevole dello stare incollata per ore sul libro.

Invece qui sono circondata da persone che studiano, bisbigliano, scrivono fittamente e fanno quello che ogni studente dovrebbe fare quando vede gli esami avvicinarsi pericolosamente.



Non ho fame, oggi. Come al solito, dovrei dire, ma benché mi manchi lo stimolo non mi sono di certo controllata dall'ingozzarmi. E alla fine il corpo ha chiesto il conto, facendomi aumentare di peso dopo averlo maltrattato così a lungo.

Non so cosa mi sia preso, tutto quel bellissimo controllo ferreo che finalmente riuscivo ad esercitare su una pulsione così animalesca come il nutrirsi senza ritegno, svanito nel nulla.

Lo stress mi fa l'effetto peggiore, mi fa spalancare le fauci e spegnere il cervello.



Quindi, meglio stare in questo scantinato, lontana da frigoriferi, mense, bar e qualsiasi posto possa dispensare cibo, senza spiccioli da perdere alle macchinette, che magari riesco a concludere qualcosa con lo studio.



Sabato scorso è stato il mio compleanno. Tralasciando la sensazione che mi ha dato sapere che ho fatto 22 anni e non sono stata ancora in grado di concludere nulla né iniziare a delineare una strada da intraprendere per il futuro... Non dico di dover già decidere tutto, ma almeno sapere a grandi linee cosa voglio farne della mia vita!

La solita sensazione di essere in balia dei giorni che passano non mi abbandona mai.

Ho trascorso la giornata a casa, sola come un cane. C. lavorava fino a sera e quelli che speravo volessero passare con me il mio compleanno, mi hanno dato buca o non si son proprio fatti vivi. Va beh, non stavo neanche tanto bene quindi non avevo di certo grandi progetti di baldoria...

Poi C. è tornato a casa con un'ora di ritardo, trattenuto a lavoro per uno straordinario, s'è sdraiato un attimo a letto nel frattempo che mi finivo di preparare... Ed è crollato. Morto, andato, in coma. Inutile scuoterlo, non si svegliava.

Mi sono rassegnata alla prospettiva di quella giornata orribile che volgeva al termine e infine è riuscito a riemergere dal vegetare sul letto, si è reso conto che dovevamo uscire due ore prima e s'è messo a piangere.

Va beh, siamo usciti anche se ormai stavo per mettermi il pigiama e ci siamo fatti un giro in centro, mangiato in un pub e tornati a casa.

E basta, questo è stato il mio splendido ventiduesimo compleanno. Mi sento vecchia dentro. A quest'età dovrei godermi ogni attimo che passa, fare esperienze, divertirmi il giusto e sognare un futuro che inizia a concretizzarsi, invece non faccio altro che trascinarmi dal letto al divano, senza la voglia di far nulla e senza più forza di combattere contro me stessa.



Allegria!

Ah, ho scoperto che dovrò mettere gli occhiali fissi. Il lieve difetto che mi portava a mettere gli occhiali quando stancavo molto la vista è peggiorato.

E niente, tutto qui. Una vita grigia. Non aggiorno mai perché non c'è molto da dire, ho un'esistenza noiosa.



Baci,

Moony

venerdì 2 maggio 2014

# 56

You know the games I play 
And the words I say 
When I want my own way 
You know the lies I tell 
When you've gone through hell 
And I say I can't stay 
You know how hard it can be
To keep believing in me 
When everything and everyone
Becomes my enemy and when
There's nothing more you can do 
I'm gonna blame it on you 
It's not the way I want to be 
I only hope that in the end you will see 
It's the Opheliac in me 


mercoledì 9 aprile 2014

# 55

Moony Clipped Wings ne "L'ardua missione di trovare uno sport".


Ho deciso di cominciare seriamente a fare sport. La dieta procede bene, ma mi vedo sempre flaccidina e troppo morbida. Non va bene. Poi il muscolo brucia molto più di questa ciccetta diffusa, riuscirei a procedere più speditamente e senza che le oscillazioni caloriche pesino troppo sull'inseguimento del mio obiettivo. Obiettivamente, preferirei essere 55 kg di muscolo che 50 kg di flaccidume.

Andare in palestra non mi piace, mi annoio e alla fine anche se pago il mese, per un motivo o per un altro trovo sempre scuse per rimanere a casa.
Mi sarebbe piaciuto cominciare a correre, ma per come ho la schiena non so se sia fattibile. Magari devo procurarmi prima un paio di scarpe adatte, poi ci penserò.

Quindi, mi sono messa a spulciare il sito delle palestre universitarie, con tutti i corsi disponibili.
Ci sono tante opzioni, troppe opzioni.
Sport stupidi, sport difficili, sport mai fatti o mai sentiti.
Alla fine, ho ristretto la scelta a tre opzioni.

CORSA. Di cui sopra, già detto tutto.

NUOTO. Oh come mi piacerebbe ricominciare a far nuoto, penso sia lo sport completo per eccellenza.
Ci sono due piccoli problemi. Il costo, davvero esoso per le finanze di una studentessa fuorisede.
La durata, con tutto quello che dovrei sborsare, mi farebbero rimanere in acqua per 45 minuti. Solo 45 minuti??? Mi sembrano un po' pochetti, dato che ho sempre fatto un'ora, un'ora e mezzo di allenamento.

KARATE. È lui. L'ho praticato per due anni e ora mi si è riaccesa la fiamma. Voglio ricominciare. Sebbene ci sia qualcosa dentro di me che mi sta frenando, anche se non ho ben capito cosa.
Ma non ho il kimono e la palestra è davvero in culo al mondo rispetto casa mia.
Che faccio, magari chiedo in qualche altra palestra se hanno convenzioni con l'università? O sconti per studenti?
Magari dopo qualche mese mi scoccerò di nuovo e mi ritirerò, ma ora come ora è lo sport che più mi sta chiamando.

La difficile sentenza al mio cervellino bacato, vi aggiornerò appena avrò fatto pace con lui e deciso cosa fare...


Moony  

domenica 6 aprile 2014

# 54

Oggi un po' di ispirazione, perché la forza di volontà non diminuisca.

Ho notato questa cosa, riflettendoci: guardavo foto di thinspo anche in terzo superiore, quando caddi in qualcosa di più profondo del semplice voler essere sana e magra.

Ho ricominciato a guardarle più o meno un annetto fa. Le ho anche raccolte e salvate sul pc, in cartelle apposite. Ecco, procedendo nel tempo, dall'anno scorso alle ultime foto raccolte, è chiaro che il mio modello di ispirazione sia cambiato.
Le prime erano in forma, asciutte, proporzionate. Man mano che si va avanti, sfogliando le cartelle, le gambe si assottigliano, le ossa si fanno più evidenti. Non ci sono corpi atletici e asciutti, ma fisici evanescenti, sottili e delicati.

E' una cosa che mi son sempre chiesta, ma non credo troverò risposte: come può cambiare così tanto la percezione del corpo? Perché cose che all'inizio mi spaventavano e un po' disgustavano, oggi mi sembrano desiderabili, normali e belle?

Voi cosa ne pensate?
Moony























giovedì 20 marzo 2014

# 53

Ragazze vi ringrazio tanto per le belle parole che avete lasciato sotto lo scorso post, siete state gentilissime e mi fa piacere aver trasmesso un po' d'allegria, finalmente.
Però le cose sembrano aver preso una brutta piega e non riesco a fermarmi!
Non ho più il controllo che prima mi rendeva orgogliosa di me e delle rinunce che facevo senza batter ciglio... Da qualche giorno ormai mi sto ingozzando come il maiale che sono e non riesco a fermarmi.
Mi sento male, gonfia, grassa, fallita ma continuo a mangiare fino ad avere mal di pancia.
E non voglio!
Non voglio vomitare, non voglio perdere la presa ferrea che avevo sul mio peso, non voglio essere una grassa bulimica.
Voglio tornare ad essere leggera, vuota e felice.
Da domani, da domani ce la devo fare, ce la POSSO fare.
Se ce l'ho fatta finora, perché non posso riacquisire il controllo su di me?
E ricominciare a scendere, senza nessuna difficoltà...


Buonanotte bimbe :*
Moony

martedì 18 marzo 2014

# 52

Come prevedibile la visita familiare mi ha lasciato un bagaglio di ciccetta in più. Per fortuna non si tratta di kg ma solo etti, spero di liberarmene presto.
Sono mesi che oscillo su queste cifre, quando ricomincerò a scendere?


Ieri mi sono concessa un po' di shopping, per festeggiare il bel voto dell'ultimo esame. Un reggiseno nuovo, che i miei vanno tutti grandi, un cardigan corto e un paio di jeans (anche quelli mi cadono di dosso, sembra che porti i vestiti del mio ragazzo...)
Non so se è il calo di peso o se il cambio di gusti, ma per la prima volta ho comprato dei jeans stretti. E mi piacciono da morire, aderiscono al corpo e lo fasciano, sono a vita media e di un bel colore chiaro... Poi allo specchio intravedevo dello spazio tra le cosce e la cosa mi ha gasato da morire, sono sulla strada giusta!


Spero di tornarci presto e comprare un altro paio di jeans perché questi saranno diventati troppo larghi per me...


Ora vado a lezione, mi attendono ore e ore di spiegazioni e laboratorio D:


buona giornata belle :*


Moony

giovedì 13 marzo 2014

# 51


Voglio scusarmi, mi spiace affliggervi a volte con post uberdeprimenti e densi di auto-commiserazione. È che il blog è l'unico posto dove posso effettivamente sfogare la frustrazione accumulata giorno dopo giorno e scrivere a cuore aperto, senza preoccuparmi del giudizio altrui.

Cosa che faccio troppo, troppo spesso.

Sono vittima della considerazione degli estranei e dell'approvazione dei conoscenti e questa cosa mi schifa.

Vorrei non dipendere da ciò che gli altri pensano, ma soprattutto da ciò che io penso gli altri vogliano vedere in ME.



Basta, ci vorrebbe un taglio netto. Queste ali tarpate che danno il nome al mio blog, vorrei liberarle finalmente.



Vi è mai capitato di trovarvi in crisi rispetto a ciò che siete e ciò che vorreste essere? Come l'avete affrontata?



Sono propriò lì, nel centro del ciclone che mi turbina nella mente e mi incasina i pensieri.

Sarebbe bello metterlo a tacere, ma così RINVIEREI soltanto il momento di affrontarmi.

Non mi vado bene. Non mi va bene la mia vita.

Non ho obiettivi realistici, principi solidi, radici stabili e idee concrete.

Se fossi un oggetto, ora come ora potrei rappresentarmi come un palloncino pieno d'elio, in balia del vento, MA ancorato saldamente al suolo da un sottile e resistente filo di nylon, invisibile ma che non gli permette di scappare.



Devo assolutamente rivoluzionare la mia vita, devo partire da qualche cambiamento diamine.

Se solo sapessi qual è la direzione che voglio prendere.



Moony

martedì 11 marzo 2014

# 50


Strappatemi la tristezza dal corpo, riempite il vuoto che mi sta risucchiando.

Infilate le unghie nella pelle se necessario, il metallo, tutto purché possa sentirmi VIVA.

Non posso andare avanti così, finirò per credere seriamente di essere nulla.

lunedì 10 marzo 2014

# 49


Oggi il lunedì s'è fatto sentire parecchio, devo dire.

La sveglia non è suonata, non so per quale miracolo ho aperto gli occhi alle 7:21 e ho fatto tutto di corsa, freneticamente perché avevo delle faccende da sbrigare per i miei compagni di corso e non potevo prendermela comoda =_= Fortunatamente ho fatto tutto in tempo, ora sono in facoltà e mi appresto ad immergermi nell'ultima ripetizione generale prima dell'esame di domattina.



Ho intenzione di rimanere qui tutto il giorno, per diversi motivi (anche se alcuni stupidi):

  • stare in aula studio mi permette di concentrarmi di più, meglio e più a lungo. Ignorando il fatto che ora sto cazzeggiando su blogger... Appena finisco di scrivere mi dedicherò agli appunti e riuscirò a starci sopra qualche ora di fila, senza mille distrazioni come a casa;
  • stare in aula studio, considerando che non ho soldi sulla tessera della mensa, mi permette di mangiare meno e non essere tentata da tutto ciò che è presente in dispense e frigorifero... Ho portato con me il pranzo da casa (e questa è un'altra storia incasinata XD ) e mi limiterò a quello, anche perché non ho spicci da spendere alle macchinette;



Oggi a colazione era previsto latte e fetta biscottata, a pranzo 70 g di pane e prosciutto.

Ero un po' disturbata di pancia quindi ho optato per un tè con il limone, senza zucchero. Poi sono andata per preparare il panino e: ta tan! Il prosciutto si era rovinato, lo stracchino per sostituirlo pure... Quindi alla fine ci ho messo metà delle fette di breasaola concesse e un po' di limone e basta. Tra l'altro ho tagliato male il pane quindi ce ne sono 20 g di meno rispetto a quanto previsto xD

Poi due mele per spuntino e sto a posto fino a stasera <3



  • stare in aula studio mi farà star lontana da casa e quindi da C. per tutto il giorno. Mi spiego: lui lavora quasi tutti i giorni, sta fuori almeno 5 ore e quindi già ci vediamo poco. Ma quando è a casa io ci sono quasi sempre e questo mi ha fatto capire qual è uno dei motivi per cui ci stiamo un po' “posando sugli allori”.



Stiamo TROPPO tempo insieme. Mi dà per scontata, sa che io ci sono quindi non gli viene il minimo interesse a darmi attenzioni come faceva i primi tempi. A volte mi sembra quasi di essere un soprammobile, o sua sorella piuttosto che la sua ragazza. Cercherò di stare il meno possibile a casa da oggi, di incrociarlo poco e tenere un pochino le distanze, sempre con gentilezza ovviamente. Magari sentirà la mia mancanza e mi cercherà lui, è quello che spero. Altrimenti semplicemente capirò che ormai c'è affetto ma non più amore, che per lui sono più un'abitudine che una presenza voluta e sentita e agirò di conseguenza :) Vorrei tanto riaccendere la passione che c'era all'inizio, secondo voi come potrei fare? A parte “farmi desiderare”, che non so quanto funzionerà perché non sono proprio brava nel farlo XD



Tutto qui. Vi auguro una buona giornata e torno ai libri :*



Moony

domenica 9 marzo 2014

# 48

Buona domenica ragazze. La mia sta trascorrendo appollaiata sul divano, in mezzo ad appunti, libri e pc, perché settimana prossima ho un altro esame...
Non finiscono mai, maledizione.

Comunque, da ieri ho iniziato una dieta seria, dato che ultimamente mi ero un po' lasciata andare.
E' ben lontana, purtroppo, dalle solite calorie che consumavo quando ero determinata e col pieno controllo di me, ma avere uno schema preciso da seguire mi aiuta a non sgarrare. E poi, mi prepara una lista della spesa personalizzata settimanalmente, così non sgarro neanche al super e compro solo lo stretto necessario!
L'ho presa dal sito www3.melarossa.it, ve lo consiglio caldamente.
Il mio obiettivo l'ho fissato a 47 kg, in dieci settimane dice che dovrei arrivarci. E mi va benissimo così, perché intanto ho perso 8 kg in 2 mesi e ho mantenuto il peso raggiunto nonostante lo schifo di questo periodo, al mio primo obiettivo manca poco e quindi mi adeguo. 
Magari introdurre circa 1100 kcal al giorno invece di 600-700 mi aiuterà anche a riattivare il metabolismo e non prendere peso come nulla appena mangio qualcosina di più.
Ieri sera intanto sono uscita per la prima volta coi leggins pesanti senza sentirmi un insaccato... E mi piaceva ciò che lo specchio mi rimandava, anche se c'è ancora molto da migliorare! Ho fatto l'aperitivo con quelle famose amiche di cui vi parlai tempo fa. Sembra essersi risolto tutto, complice l'alcool abbiamo parlato tanto e chiarito. Ho compensato l'introito dovuto alle cose mangiate a cena eliminando i carboidrati a pranzo, ho mangiato solo un minestrone e basta.

Intanto son passata da 50 kg a 47 kg come obiettivo, perché è il limite inferiore del mio "peso forma" considerando l'IMC, così sarò sempre in salute ma leggerissima e magra come non sono mai stata.
E poi grazie alla dieta personalizzata non mi stresserò troppo tra contare le calorie, pesare ogni cosa e farmi tentare da schifezze presenti in casa.

Va beh... Grazie alle bimbe che hanno commentato l'altro post, vi spiego qui che per commento è complicato.
Qualche giorno fa ho litigato di nuovo con C., gli ho detto che mi sento trascurata, che vedo come interagisce con gli altri e mi chiedo cosa c'è di sbagliato in me visto che invece si comporta in modo completamente diverso... Lui è cocciuto, credo non abbia capito appieno quello che cercavo di dirgli, intanto per ora sembra abbia preso seriamente la mia preoccupazione e mi pare più tranquillo, sono più tranquilla anche io e devo dire che ora capisco con tristezza come si sentisse lui quando lo respingevo, anche se per motivi diversi.
Spero si risolva tutto, nonostante dubbi, pensieri, progetti e cose varie, non riesco ad immaginare il mio futuro senza di lui.

Beh, torno a studiare che il tempo è tiranno.
Baci,
Moony

giovedì 6 marzo 2014

# 47

Lo so, non ci sono mai. Mi sento tremendamente in colpa per questo...
E' passato più di un mese dall'ultimo post, un mese intenso e monotono allo stesso tempo.
Tra esami passati, bocciati e non dati, progetti che son rimasti solo ipotetici e cazzate varie.
C. si è laureato e ha iniziato a lavorare, lo vedo pochissimo anche se viviamo insieme. Anche perché il mio orario universitario questo semestre è da suicidio. E' una sensazione strana.


Poi, dopo due settimane fuori per il corso di formazione mi ha detto che tornando si è reso conto che questa vita gli va stretta e che vuole cambiare. Spero che nella sua nuova vita sarò compresa anche io, visto che momenti di crisi esistenziale del genere ci sono già stati per entrambi e hanno sempre portato dubbi sulla vita di coppia.
Però penso che se dopo 6 anni e piccoli grandi dubbi siamo ancora qui, insieme, qualcosa significherà.


A volte mi chiedo se tra noi ci sia amore o abitudine. Forse perché sono molto poco empatica e le emozioni che mi investono maggiormente sono sempre quelle negative.
Però oggi sono andata nel negozio dove lavora e l'ho intravisto. Non sono potuta andare a salutarlo, politiche lavorative, però quando l'ho riconosciuto ho sentito un tuffo al cuore ed ho iniziato a sorridere come un'ebete.
Mi ha vista, ha sorriso ed è tornato a lavorare, io ho continuato a fissarlo invece per dieci minuti buoni e mi sentivo piena di amore.
Allo stesso tempo ero sul punto di piangere, con gli occhi lucidi.
Sì, di nuovo quella maledetta tristezza di cui non mi spiego il motivo, che mi attanaglia e non fa respirare.


Nel versante dieta... Meh.
Ho mangiato male, ma sono rimasta stabile di peso, oscillo tra i 53 e i 54. Ci sono state varie volte che ho pensato "perché non posso mangiare come tutte le altre persone? Perché devo farmi mille paranoie? Ora basta!" e quindi smettevo di contare calorie e pesare tutto.
Poi mi sentivo una merda ingorda e digiunavo per compensare il danno.
Alla fine non ho perso e non ho preso, ma questa storia deve finire.
Devo recuperare equilibrio e determinazione.


Va beh, concludo qui vi ho già annoiate abbastanza.
Un bacio :*
Moony

sabato 25 gennaio 2014

# 46


Non so cosa mi stia accadendo, sto sprofondando sempre più in una voragine di tristezza e apatia complete.


Oggi, dopo eoni di pioggia, è una bella giornata. Volevo uscire, giuro. Lo volevo davvero. Anche C. era d'accordo, sebbene quando usciamo da soli torniamo relativamente presto.
Ma ora non voglio più, vorrei solo raggomitolarmi sul letto e rimanere in posizione fetale per sempre.


Ero intenzionata a scrivere un messaggio sul mio profilo, per reclutare qualcuno per una birra.
L'ho scritto e riscritto decine di volte, ma non ho il coraggio di cliccare pubblica.
Ho il terrore che qualcuno si proponga e che debba incontrare gente.
Questa cosa mi sta sfuggendo dalle mani, sto degenerando.


Mi sento sola e non faccio altro che peggiorare le cose, allontanando ogni possibilità di contatto umano.
Perché non voglio far preoccupare nessuno, non voglio apparire davanti agli altri depressa, non voglio avere domande e non voglio sfogarmi, parlare, rischiare di lasciarmi andare.


E allora nulla, rimango qui a piangermi addosso e vomitare tristezza, sperando di consumarmi al più presto.




Moony

venerdì 24 gennaio 2014

# 45 Bonjour, tristesse

[53,2]


Il peso continua a scendere, sono un po' sorpresa perché è stato in stallo per molto tempo e avevo perso le speranze.
Sento le creste iliache più definite sotto le dita, le braccia non sono più piene di grasso, la pancia si sta sgonfiando...
Ma non basta.
3 kg al primo obiettivo, poi forse sarò contenta.


Ieri mi ha "aiutata" a non mangiare una bella crisi depressiva delle mie, non stavo così male da tempo. E non capisco neanche il perché, porca paletta.
Io non voglio essere depressa, non voglio crogiolarmi nella sofferenza. Voglio avere una vita normale, per quanto normale possa essere con tutte le psicosi che mi porto dietro...
Perché non mi dà una botta la crisi maniacale? Preferisco quella, almeno divento euforica e creativa!
Va beh.


Oggi son completamente sola a casa, mi sono alzata mezz'ora fa perché non avevo voglia di far nulla. Sarei rimasta a letto, se non dovessi studiare.


La mamma non lo dava a vedere, ma era molto preoccupata quando abbiamo parlato al telefono. Mi sente sempre fiacca e triste e mi chiede anche se sto mangiando abbastanza... Non le parlo più della dieta, non parlo più della dieta con nessuno.
Devono pensare che me ne frego, che non sono a dieta, che vivo normalmente il mio rapporto col cibo così non mi tartassano di domande.
E' passato il momento in cui avevo bisogno di parlarne e sfogarmi e mi serviva una spalla su cui piangere, perché più scendo, più sento che qualcosa dentro di me si sta deformando e lo so che non è buono, ma non mi interessa.


Moony

giovedì 23 gennaio 2014

# 44

[53,6]

Finalmente! Ci ho messo 3 settimane per recuperare il peso che avevo prima della partenza per le vacanze.
Ma ora ci sono di nuovo e mi sento soddisfatta.
Ho ricominciato con la HSGD, anzi dire ricominciato non è esatto.
Più che altro, mi viene automatico rimanere in quel range di calorie giornaliere ormai.

Ieri il mio umore è andato peggiorando lungo tutto il giorno. La mattina stavo così così, il pomeriggio ho avuto una crisi depressiva abbastanza intensa, scoppiando a piangere dal nulla e desiderando smettere di far tutto, rimanere rannicchiata sotto la coperta per il resto della vita pensando solo a respirare ed estraniarmi dal mondo, scomparendo.
La sera, dopo secoli, ho scritto anche una poesia che penso rappresenti bene la situazione in cui mi trovo, e forse farebbe rispecchiare nelle parole anche voi.
Non la metto qui però, la metto nel blog privato perché l'ho passata ad un gruppo per la poesia e non vorrei che cercandola sul web arrivassero qui (sì, paranoie infinite). Quindi ECCOLA.

Oggi... Oggi va meglio. Dovrei mettermi a studiare in effetti, ma riesco solo a pensare al mio peso, al cibo che mangio e non mangio, a quello che vorrei fare e non riesco.
Se avessi la forza di volontà che uso per deperire anche per altre cose... Ma devo impegnarmi cazzarola, se passo questi esami maledetti mi farò un bel regalo.

Va beh, un abbraccio.
Moony

martedì 21 gennaio 2014

# 42 Ricominciamo da qui

Ieri ho ripreso in mano il diario alimentare e la mia vita. Devo ancora lavorare sulla forza di volontà, ma ce la si può fare, serve tempo.
Studio, cucino, studio, dormo. Perdo troppo tempo su siti inutili, dovrei tagliare i ponti con fb ma è l'unico modo per stare in contatto con molte persone.
Peccato, mi piacerebbe isolarmi dal mondo completamente per qualche tempo, non vedere né sentire nessuno (a parte il convivente), ma non si può.
Sono a 54,0 di nuovo, finalmente.
Vorrei raccontarvi di più, ma in questo momento ho la testa confusa e ho paura di annoiarvi.
Comunque, eccomi qui.
Sono tornata.
Moony




Sono tornata.
Alis

sabato 18 gennaio 2014

# 41 Assenze

Chiedo scusa per la lunga assenza.
Ragazze mie, mi mancate tanto ma l'università reclama il conto della procrastinazione continua di questi mesi.
E' una sessione impegnativa, ho passato le vacanze a studiare due materie: una non l'ho passata (di nuovo), l'altra per un disguido col prof non l'ho potuta dare (insieme ad altre venti persone).
E quindi ora mi trovo a studiare cinque diverse cose, con appelli che si accavallano, date troppo vicine e programmi troppo estesi.
Il cibo va'... Speravo che l'impegno con lo studio mi avrebbe distratta dal mangiare, con pause troppo ristrette per preparare piatti più elaborati di un'insalata scondita e invece tra stanchezza, svogliatezza e C. che "dovrebbe" stare a dieta ma si ingozza di junk food e cibo d'asporto, a volte mi faccio prendere anche io.
Ma ho deciso di darci un taglio e da domani si torna a regola, senza distrazioni.
Devo riprendere i diari, in quest'ultima settimana son stata negligente e ho smesso di segnarmi cosa mangio.
Che alla fine son sempre le solite quattro cose e se sgarro, salto il pasto successivo.
La nota dolente sono i tagli, ho ripreso a farlo senza neanche accorgermene. e ora ho l'avambraccio martoriato e pieno di cicatrici sottili e rosse, dal gomito fino al polso. Mi riprometto sempre di smettere, ma è come la dipendenza dal fumo: so che fa male, ma mi fa star bene. E alla fine danneggia solo me, non chi mi sta intorno.
Bimbe a voi come va?
Raccontatemi!

Un bacio,
Moony

giovedì 9 gennaio 2014

#41 Blog privato e facebook

Rieccomi qui, le vacanze son finite e si torna a studiare, a casuccia fuori sede. 
Mi porto un "bel bagaglio", di 2 kg in più. In pratica sono tornata al peso di novembre, due mesi buttati al vento. E vabbeh, li riperderò.
La settimana prossima ho due esami, quindi niente tregua, si studia a rotta di collo.

A voi come sono andate le festività? Spero bene!
Comunque, per le ragazze che non riescono ad accedere al blog privato (http://teacannellaecardamomo.blogspot.it/), se mi avete già lasciato la mail controllate nella vostra posta se c'è l'invito, altrimenti rilasciatemela qui sotto e vi inviterò di nuovo.
Per facebook, vi ricordo il mio profilo ---> https://www.facebook.com/moony.wings.14?fref=ts 
Se mi aggiungete, mandatemi un mp per dirmi che siete di blogspot, così vi aggiungo al gruppo su fb :)

Un abbraccio,
Lily